Fabricamenti

Home - Fabricamenti

Condividi:

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Video collegato

Condividi:

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

«L'arte non ripete le cose visibili, ma rende visibile».
P.K.

«L'arte non ripete le cose visibili, ma rende visibile». In queste parole, tratte da La confessione creatrice (1920), è espressa tutta l'estetica di Paul Klee, un artista che ha dedicato l'intera esistenza a un'opera di scavo – egli stesso paragona la fatica del momento creativo al lavoro della trivellazione del suolo –, alla ricerca

di quelle strutture profonde che sono la radice della vita e che solo l'arte può fare riemergere. Nella fase finale della sua esistenza quando, malato di sclerodermia, egli fece rientro in Svizzera essendo stato allontanato dal suo ruolo accademico in Germania dal regime nazista, Klee si confronta con le origini della sua ispirazione. Impossibilitato a viaggiare, la nostalgia dei soggiorni italiani si fa sentire, in particolare il bisogno di proiettare l'immaginazione nei colori di un Sud che diviene un luogo dello spirito.

Condividi:

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Pagina 6 di 6